informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Meditazione mindfulness: che cos’è e perché può aiutarvi

Commenti disabilitati su Meditazione mindfulness: che cos’è e perché può aiutarvi Studiare a L'Aquila

Meditazione mindfulness? Non è solo una moda e, soprattutto, per voi studenti non deve essere solo un modo per strizzare l’occhio all’Oriente. Stare sui libri all’università genera stress, è comprovato ed è indubbio, per cui è molto importante non mettere la testa nella sabbia su questo problema ma prenderne atto per cercare, quindi, soluzioni concrete. Oltre alla corretta gestione del tempo libero dopo un esame universitario, anche la fase dell’apprendimento merita attenzione. Vedrete che, se affronterete le materie forti di un autocontrollo reale, tutto sarà più semplice. Siete giovani ed è normale che i giovani non si sappiano conoscere al 100%. Ora però, nel vostro percorso di crescita che inizia al momento dell’iscrizione ad un corso di laurea e si completa quando venite nominati dottori, dovete aggiungere le tecniche base su come rilassarsi durante la preparazione. Ecco la mini-guida che fa per voi.

La meditazione mindfulness è una disciplina in forte crescita. E’ indubbio che ci sia una componente di moda (capita per ogni cosa) ma la moda attecchisce perché il terreno è fertile. Andiamo tutti di fretta e non ci guardiamo più dentro. Forse è giunto il momento di aumentare l’introspezione per trovare un nuovo e più solido equilibrio.

Se siete studenti, poi, tutto questo discorso vale ancora di più. Gli anni all’università sono belli e resteranno indimenticabili per sempre ma sono anche molto duri. Ci si aspetta tanto da voi e ci si aspetta anche una forte crescita caratteriale. Usate tutti i mezzi possibili per riuscirci. La mindfulness è uno di essi.

Tecnicamente si tratta di una parola inglese che significa “consapevolezza” ma in un senso preciso. Quale lo spiega bene Jon Kabat-Zinn, uno dei pionieri di questo approccio, in queste parole: “Mindfulness significa prestare attenzione, ma in un modo particolare: con intenzione, al momento presente e in modo non giudicante”. Altri dicono che sia “un modo per coltivare una più piena presenza all’esperienza del momento, al qui e ora”.

Il legame con la meditazione in senso oggettivo è forte. Perché meditazione può anche essere ricerca della consapevolezza che, non a caso, è una delle principali tradizione meditative del buddhismo classico e consiste proprio nel proporre un livello iniziale di pratica di meditazione che sia adeguato e adatto a contesti quotidiani.  Si lavora, in sintesi, sull’esperienza di vita normale che esperite tutti i giorni. Lo scopo della meditazione mindfulness è darvi un supporto a mettervi in una diversa relazione col disagio, che prima o dopo, in un modo o nell’altro, tutti sperimentiamo. Lo studente vive costantemente col disagio: delle lezioni che non sempre capisce, dell’esame che teme di non passare, del rapporto col docente di amore e odio. Questa potrebbe essere una soluzione per calmarsi e, quindi, rendere di più.

Come si fa meditazione

Ci perdonerete la semplificazione. Sappiamo che come si fa meditazione non è qualcosa che si possa spiegare in poche righe, alcuni monaci tibetano impiegano una vita a capirlo. Noi vogliamo solo dare delle tecniche base per meditare a casa. Eccole:

  1. Seguite il vostro respiro;
  2. Liberate la mente;
  3. Ripetete un mantra;
  4. Concentratevi su un semplice oggetto visivo;
  5. Praticate la visualizzazione;
  6. Eseguite una scansione del vostro corpo;
  7. Provate la meditazione del chakra del cuore;
  8. Provate le meditazione camminata.

Perché fare meditazione

Acquisire in modo corretto le pratiche della meditazione mindfulness non sarà immediato. Noi, però, vi spingiamo a farlo. Per farvi capire quanto aiuterà la vostra carriera accademica, ecco alcune chiare ed incontrovertibili ragioni sul perché fare meditazione:

  • Il dolore fisico si allevia, perché vi concentrate su altro;
  • Il sistema immunitario migliora, perché abbassate il livello di stress che lo mina;
  • La fiducia in voi stessi cresce, perché rimetterete a fuoco le vostre potenzialità;
  • I rapporti sociali si ravvivano, perché avrete meno ansia di dimostrare la vostra superiorità sui simili;
  • La concentrazione sarà più solida, perché sarà allenata come un muscolo e sarà, quindi, più solida.

Ricordatevi, inoltre, che lo stato di calma e di tranquillità aiuta a stimolare alcuni talenti nascosti spesso messi in secondo piano durante periodi di forte stress. Per esempio, per essere creativi è necessario un buon equilibrio tra pace e dinamicità, raggiungibile facilmente grazie alla meditazione. Non solo, anche la felicità emotiva è un altro punto che dev’essere fortemente esplorato durante la meditazione. In molti affermano, non a caso, che chiunque mediti senta subito una felicità interiore giustificata dall’assenza di caos e la mancanza di stress.

Se avete voglia di entrare ulteriormente nelle tecniche della meditazione mindfulness, sappiate che il web è pieno di informazioni e tutorial a riguardo e che esistono tantissimi libri di testo sul tema. Noi continueremo a trattare l’argomento legato alla gestione del tempo libero che ogni studente deve praticare e ai trucchi per migliorare la propria produttività sui libri. Meno ansia significa, infatti, più resa. Non vi resta che continuare a seguirci. Dove? Attraverso gli articoli del nostro blog accademico della città dell’Aquila ma anche attraverso il nostro form informativo la cui funzione è proprio di mettervi in contatto con noi per domandarci tutto quello che potrebbe servirvi di conoscere.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali