informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Master vs laurea magistrale: quale scegliere?

Commenti disabilitati su Master vs laurea magistrale: quale scegliere? Studiare a L'Aquila

Devi affrontare l’ultimo esame della triennale e ti stai ponendo il problema master vs laurea? Cominciare a pianificare in anticipo i passi da compiere alla fine degli studi è un buon metodo per non lasciarsi sopraffare dall’ansia.

Molti studenti alla fine della triennale sono indecisi sul loro futuro. La domanda ricorrente riguarda proprio la scelta tra un master e una specialistica. Cosa conviene fare? Entrambi i corsi ti consentono di approfondire la tua preparazione accademica, ma sono caratterizzati da aspetti molto differenti. Per capire quale percorso intraprendere leggi la nostra guida qui sotto.

Master o specialistica: una questione di tempo

Per scegliere con cognizione di causa compila una lista di pro e di contro. Sarà la tua personale tabella di valutazione master vs laurea.

Il primo aspetto da considerare è il tempo. Un master ha una durata variabile che va da 6 mesi a 2 anni. La specialistica, invece, dura sempre e comunque 2 anni, indipendentemente dall’ente  universitario.

Se hai necessità di lavorare subito, la tua scelta potrebbe ricadere su un master. Unicusano, per esempio, propone master a L’Aquila da 60 crediti formativi e 1500 ore per una durata complessiva corrispondente a un anno.

Master vs laurea: una questione di approccio formativo

Un altro aspetto molto importante da considerare è il tipo di formazione. La magistrale ha un’impostazione teorica, con programmi che rappresentano un approfondimento delle materie affrontate in maniera meno esaustiva nella triennale.

Il master, invece, si caratterizza per un approccio più pratico e mirato al mondo del lavoro. Di solito, infatti, i programmi sono indirizzati alla formazione di una figura professionale specifica. Non solo, il corpo docente non è costituito esclusivamente da accademici come nel caso della magistrale. Spesso, i master sono tenuti da professionisti che portano nei corsi la propria personale esperienza lavorativa. 

Se la scelta passa attraverso la valutazione dell’approccio formativo, dovresti avere le idee chiare sul tuo obiettivo. Ti interessa approfondire alcune delle materie studiate durante la triennale? Allora, iscriviti alla specialistica.

Vuoi costruirti una professionalità specifica per poterti proporre da subito per un determinato ruolo? La tua scelta deve ricadere su un master.

Master o laurea? Le opportunità lavorative

Se sei ancora indeciso sul percorso da intraprendere, puoi soffermarti un attimo a valutare le opportunità lavorative post laurea e post master.

Secondo il report 2020 di Almalaurea, i master sono più spendibili nel mondo del lavoro:

  • tasso di occupazione pari al’88,6% alla fine del master
  • tasso di occupazione pari al 71,7% alla fine della laurea magistrale

Ovviamente, esistono delle differenze in base all’area disciplinare. I dati, però, sono molto buoni anche per i master di aree in cui trovare lavoro è più difficile, come quella umanistica. Il tasso occupazionale, infatti, corrisponde all’86,4%. 

Nel report si chiarisce che la specialistica non è meno spendibile dal punto lavorativo, ma necessità semplicemente di tempi più lunghi. I laureati magistrali hanno cioè bisogno di più anni per avvicinarsi ai livelli occupazionali degli studenti in possesso di un diploma di master. Dopo cinque anni dal conseguimento del titolo, infatti, i neolaureati magistrali che trovano lavoro stabile sono l’86,6%.

In sintesi, il master riduce i tempi necessari all’individuazione di un’occupazione. La ragione è sicuramente dovuta all’approccio formativo di tipo pratico. Se il selezionatore legge nel CV che il candidato ha seguito un master inerente la figura ricercata dall’azienda, lo considera sicuramente un elemento a favore. 

Master vs laurea: una questione di facoltà

L’ultimo aspetto su cui riflettere nel compilare la tua lista master vs laurea con tutti i pro e i contro riguarda la tua facoltà.

Ci sono cioè aree di studio in cui è più indicato un percorso di approfondimento con la magistrale. Se sei iscritto, per esempio, a ingegneria, è consigliabile la specialistica.

La ragione non riguarda solo l’ambito delle conoscenze, ma anche quello lavorativo. Se vuoi intraprendere il cammino del libero professionista, infatti, devi avere la magistrale per sostenere l’esame di Stato e iscriverti agli albi professionali nella Sezione A. La laurea triennale, infatti, ti consente sì di sostenere l’esame ma dà accesso alla sezione B. Ottieni cioè il titolo di ingegnere junior e sei soggetto a una serie di limitazioni nell’esercizio della professione.

Poniamo, invece, che tu abbia seguito un corso triennale in psicologia e abbia scoperto di avere una passione per la criminologia. In questo caso puoi iscriverti a un master di I livello in criminologia ed evitare la specialistica.

Hai una laurea triennale in economia e sei indeciso, ma ti piacerebbe lavorare nel mondo dello sport? Allora, puoi iscriversi a un master per procuratore sportivo. Se invece ti piacerebbe avere l’opportunità di svolgere la libera professione come commercialista, devi proseguire gli studi e optare per la magistrale.

Come vedi la scelta dipende molto dalla tua facoltà e dalla tua idea di futuro lavorativo. Il consiglio, quindi, è di non fare una scelta avventata, ma di prenderti tutto il tempo necessario per fare chiarezza sui tuoi obiettivi a lungo termine.

Credits immagine: DepositPhoto.com/LuisMolinero

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali