informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scienze motorie è una buona facoltà? Ecco perché sceglierla

Commenti disabilitati su Scienze motorie è una buona facoltà? Ecco perché sceglierla Studiare a L'Aquila

Ami lo sport e ti poni da un po’ di tempo la domanda: scienze motorie è una buona facoltà? Ci sono tanti motivi per cui potresti iscriverti, dall’articolazione dei piani di studio al tasso occupazionale dei laureati fino alla molteplicità di sbocchi lavorativi possibili.

Ovviamente, la tua passione per lo sport e l’attività fisica vengono al primo posto. Se le tue giornate prevedono sempre corsa, ginnastica, nuoto o sport di squadra, non pensarci troppo e trasforma la tua passione in un lavoro.

Perché studiare scienze motorie? Dai un’occhiata ai piani di studio

Erroneamente si crede che questa facoltà sia incentrata solo sull’attività fisica. Molti, infatti, sono scettici perché hanno la sensazione che sia un percorso di studi fin troppo semplice. In realtà, si tratta di un pregiudizio. La facoltà di scienze motorie a L’Aquila, per esempio, ti propone un piano di studi davvero articolato. La laurea triennale L-22 prevede esami come:

  • anatomia, biologia umana e biochimica
  • psicologia generale
  • pedagogia applicata alle attività motorie
  • medicina, endocrinologia/traumatologia
  • diritto privato dello sport
  • igiene e prevenzione degli impianti sportivi
  • marketing dello sport

Ovviamente, sosterrai anche esami come attività motoria adattata, giochi sportivi e attività motoria di base. Come vedi, però, la facoltà abbraccia materie come il diritto, la medicina e la pedagogia. Una volta concluso il tuo percorso avrai cioè nozioni di base su come funziona il corpo umano e saprai come gestire a livello emotivo un bambino, un adulto, un atleta o una intera squadra.

Non solo, avrai le competenze giuste per utilizzare il marketing a vantaggio della tua associazione sportiva, per gestire una lezione a scuola o in palestra, per allenare una squadra e portarla a raggiungere determinati obiettivi, per aiutare un bambino disabile a integrarsi e così via. Sarai cioè preparato a ricoprire diversi ruoli, perché gli sbocchi lavorativi della facoltà non si esauriscono certo nella figura dell’istruttore o dell’insegnante di educazione fisica.

Si tratta, tra l’altro, di una facoltà che prevede diverse attività pratiche e tirocini che ti preparano al mondo del lavoro.

Scienze motorie è una buona facoltà? Sì, dal punto di vista lavorativo

Se ti poni il quesito “scienze motorie è una buona facoltà?” pensando al lavoro, la risposta è nei tassi occupazionali dei laureati. Secondo una ricerca pubblicata nel 2016 dal consorzio AlmaLaurea, gli studenti non si fermano alla triennale. La maggior parte preferisce proseguire gli studi per approfondire le conoscenze acquisite e specializzarsi ancora di più.

Ebbene, l’87% dei laureati nel corso Scienze e tecniche dello sport LM-68 lavora stabilmente a cinque anni di distanza dal conseguimento del titolo. Si tratta, senza dubbio, di una percentuale molto incoraggiante. Tra l’altro, i laureati magistrali hanno la possibilità di diventare insegnanti negli istituti statali.

Come insegnare con la laurea in scienze motorie

Per accedere all’insegnamento devi sostenere il concorso indetto dal MIUR. In caso di superamento del concorso ottieni l’abilitazione per insegnare. In particolare, la laurea magistrale LM-68 in Scienze e tecniche dello sport ti permette di accedere alle seguenti classi di concorso:

  • A-48 Scienze motorie e sportive negli istituti di istruzione secondaria di II grado
  • A-49 Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado

Se vuoi provare a insegnare subito, senza aspettare il concorso, ti basta inviare la tua candidatura alle province. Ti proponi cioè per le supplenze tramite la modalità della messa a disposizione MAD. In questo caso hai la possibilità di inviare la tua domanda a più province.

Gli sbocchi lavorativi possibili con la laurea in scienze motorie

Scienze motorie è una buona facoltà per trovare lavoro. Le opportunità lavorative, infatti, sono diverse. Qui sotto, trovi un piccolo elenco che ti aiuta a farti un’idea sulle professioni a cui potresti aspirare una volta concluso il tuo percorso di studi:

  • esperto di attività motoria per bambini, disabili e anziani
  • educatore per la prevenzione e la promozione della salute. Questa figura opera all’interno di comunità e associazioni e si occupa di seguire bambini e adulti affetti da problematiche come il sovrappeso o l’obesità
  • professionista dell’attività ludica e ricreativa. Questa figura è richiesta da cooperative sociali, associazioni culturali, centri sportivi e centri estivi, in cui si occupa della gestione di tutte le diverse attività sportive destinate ai ragazzi e ai bambini
  • consulente di organizzazioni, club e società sportive
  • direttore/gestore di centri benessere, palestre, associazioni e club sportivi
  • personal trainer, professione che si può svolgere come dipendente di palestre e centri sportivi o come libero professionista
  • allenatore di squadre e preparatore atletico individuale
  • istruttore sportivo in villaggi turistici
  • copywriter e giornalista sportivo
  • istruttore di discipline sportive non agonistiche
  • analista di gara
  • preparatore fisico per atleti disabili
  • osservatore sportivo e talent scout
  • commissario tecnico sportivo
  • direttore tecnico sportivo

Specializzarsi in nutrizione umana

Con la laurea triennale in scienze motorie puoi anche scegliere di specializzarti in nutrizione umana e diventare un nutrizionista. L’alimentazione, infatti, rientra nei campi di interesse di tutte le persone appassionate di sport e attività fisica.

Se vuoi allargare le tue opportunità di lavoro, valuta l’opzione dell’iscrizione alla magistrale in Scienze della nutrizione umana. Dovrai verificare ovviamente i requisiti di accesso perché esiste l’eventualità che tu debba integrare dei crediti formativi CFU. Provenendo cioè da un’altra facoltà potresti avere dei debiti da colmare.

Di solito, però, i CFU integrativi non sono tantissimi perché scienze della nutrizione umana richiede crediti nelle aree biologica, biochimica e medico clinica, giuridica e alimentare. Probabilmente, dovrai colmare i debiti riguardanti l’area alimentare. Seguire, però, questo percorso di studi ti consente di affiancare le due professionalità e di essere un preparatore atletico e un nutrizionista allo stesso tempo.

Se non vuoi intraprendere un percorso impegnativo come una magistrale, hai comunque l’opportunità di approfondire le tue conoscenze iscrivendoti a un master universitario post laurea.

Unicusano, per esempio, ha indetto il master di I livello in Nutrizione clinica a cui puoi accedere con la laurea triennale. Il piano di studi del master prevede materie come:

  • principi generali di nutrizione clinica
  • nutrigenetica
  • alimentazione preventiva e terapeutica
  • disturbi del comportamento alimentare DCA
  • elaborazione di schemi nutrizionali
  • tecniche diagnostiche e di misurazione dei parametri corporei
  • rimedi naturali di sostegno

Laura in scienze motorie? Sei un chinesiologo

A differenza dell’opinione diffusa, scienze motorie è una buona facoltà perché consente agli iscritti di avere una professionalità ben definita. Il laureato in scienze motorie è un chinesiologo, figura inserita nell’elenco delle professioni organizzate (Legge 04 del 2013). Questo significa che è possibile entrare a far parte della relativa associazione di categoria.

Non bisogna, però, confondere il chinesiologo con il kinesiologo. Quest’ultimo, infatti, opera nel settore delle terapie alternative.

Il chinesiologo, invece, è un esperto del movimento. Il termine chinesiologia, infatti, significa letteralmente studio del movimento. Non a caso, le aree di intervento sono le seguenti:

  • allenamento sportivo
  • ginnastica posturale e riequilibrio delle catene muscolari
  • ginnastica respiratoria per gli anziani e per le persone con disturbi respiratori
  • attività fisica adattata all’età evolutiva per gli adulti e gli anziani
  • attività fisica adattata alle disabilità fisiche o alle disfunzioni del sistema metabolico

Come vedi, il titolo di studio ti definisce professionalmente. Entrando poi a far parte di una categoria professionale, puoi anche richiedere le certificazioni di qualità UNI che ti consentono di assicurare la bontà dei tuoi servizi. Inserirsi nel mondo del lavoro avendo alle spalle delle certificazioni e un’associazione di categoria, è molto importante per conquistare la fiducia dei clienti.

Credits immagine: DepositPhoto.com/Fotofabrika

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali